Sezione Giurisdizionale per il Trentino Alto Adige 

 

SEDE DI TRENTO

 Sentenza n. 21/2008 del 21 aprile 2008: Amministrazione provinciale - dipendente in astensione anticipata dal lavoro per maternità a rischio - frequentazione di corso professionale - responsabilità per colpa grave - somme percepite indebitamente - danno erariale - sussiste

sentenza n. 19 del 10 aprile 2008: costituisce ipotesi di responsabilità amministrativa una operazione di finanza di progetto (project financing) improntata a massima superficialità e concretizzatasi nell’uso approssimativo e distorto degli strumenti normativi offerti dall’ordinamento per la realizzazione di opere pubbliche, nonché nel disinteresse del comune-azionista di maggioranza per le ingenti perdite della società all’uopo costituita

 

sentenza n. 56 del 31 dicembre 2007 (sede di Trento): sussiste la responsabilità amministrativa patrimoniale di un impiegato (nella specie, geometra del servizio manutenzione strade della Provincia Autonoma di Trento) il quale - avendo competenza sull’ iter amministrativo delle procedure finalizzate alla formulazione e trasmissione dell’apposito invito alle imprese, di volta in volta, individuate per partecipare alla gara - riferiva, dal suo particolare e privilegiato osservatorio, a taluni imprenditori se i (loro) rispettivi concorrenti, in relazione all’invito rivolto, avessero o meno prodotto le proprie offerte, consentendo illecitamente di regolarsi di conseguenza ai fini del ribasso.....

sentenza n. 37 del 12 luglio 2007 (sede di Trento):  Competenza e giurisdizione - Giudizio di responsabilità - Membri esperti di commissione aggiudicatrice di pubblica gara - Giurisdizione della Corte dei conti – Sussiste.   Responsabilità - Appalto - Commissione di valutazione - Annullamento dell’aggiudicazione del contratto – Responsabilità - Sussistenza.   Giudizio di responsabilità – Rapporto tra giudizi – Rapporti col giudizio amministrativo – Interdipendenza – Esclusione.   Giudizio di responsabilità – Rapporto tra giudizi – Rapporti col giudizio amministrativo – Valutazione incidenter tantum della legittimità dell’atto – Ammissibilità - Limiti.

 sentenza n. 6 - 12 febbraio 2007, sede di Trento: Responsabilità – Colpa – Colpa grave – Fondo per la produttività – Determinazione in base ai dipendenti in organico e non in servizio – Sussistenza.

Sentenza n. 130/2006 del 14 dicembre 2006, sede di Trento: IPAB – Attività contrattuale svolta dal dipendente in conflitto di interessi – Responsabilità – Condizioni - Danno da perdita di chance della P.A. - Fattispecie – Non sussiste – Danno da disservizio - - Condizioni

 

sentenza n. 41 del 31 maggio 2006, sede di Trento: l'ordinazione irregolare di spese non deliberate nei modi di legge e prive di impegno contabile costituisce, per un amministratore comunale, una violazione degli elementari doveri di servizio connotata da colpa di rilevante gravità” mentre la violazione degli equilibri di bilancio - non effettuata nell'ambito dell'espletamento di pubbliche funzioni e servizi di competenza e non circostanziata dai requisiti dell'accertata e dimostrata utilità e arricchimento per l'ente - causa un danno che si riverbera necessariamente sul soggetto agente; è, tuttavia, ammesso il riconoscimento a posteriori della legittimità dei debiti fuori bilancio, subordinato ad una formale deliberazione da parte dell'ente nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per esso, nell'ambito dell'espletamento di pubbliche funzioni e dei servizi di competenza (1).

sentenza n. 28 del 12 aprile 2006: Competenza e giurisdizione - Corte dei conti - Soggetti sottoposti -Progettista/direttore dei lavori - Sussistenza - Fattispecie di responsabilità

 sede di Trento, 5 aprile 2006, n. 24: Responsabilità – Fattispecie - Debiti fuori bilancio – Ordinamento contabile dei Comuni del Trentino A.A. - Ammissibilità - Condizioni. - Responsabilità – Fattispecie - Debiti fuori bilancio – Nozione – Colpa grave – Sussistenza – Violazione degli equilibri di bilancio – Effetti. - Responsabilità – Amministratore e dipendente di ente - Amministratori comunali – Riconoscimento di debiti fuori bilancio – Compensatio - Esclusione.

sede di Trento, 5 aprile 2006, n. 24: Responsabilità – Fattispecie - Debiti fuori bilancio – Ordinamento contabile dei Comuni del Trentino A.A. - Ammissibilità - Condizioni. - Responsabilità – Fattispecie - Debiti fuori bilancio – Nozione – Colpa grave – Sussistenza – Violazione degli equilibri di bilancio – Effetti. - Responsabilità – Amministratore e dipendente di ente - Amministratori comunali – Riconoscimento di debiti fuori bilancio – Compensatio - Esclusione.

sede di Trento, sent. 8 marzo 2006, n. 22: Corte dei conti - Giudizio di responsabilità – Rapporto col giudizio arbitrale – Autonomia – Effetti. - Responsabilità – Appalti ed opere pubbliche - Direzione dei lavori – Affidamento successivo alla consegna – Irregolarità - Fattispecie - Corte dei conti - Giudizio di responsabilità – Riduzione dell’addebito – Contenuto ed effetti.

sede di Trento, 30 marzo 2006, n. 23: Corte dei conti - Giudizio di responsabilità – Rapporto col giudizio penale – Pregiudizialità ex lege n. 97 del 2001 – Esclusione. - Corte dei conti -Giudizio di responsabilità – Rapporto col giudizio penale – Sentenza di patteggiamento – Effetti – Limiti. - Responsabilità – Danno – Danno all’immagine – Arma dei Carabinieri – Fattispecie – Sussistenza - Conseguenze.

 

sede di Trento, sentenza 21  del 3 marzo 2006: Responsabilità – Fattispecie - Temeraria resistenza al giudizio – Esclusione. Responsabilità – Amministratori comunali – Obbligo di astensione – Condizioni. Responsabilità – Amministratori comunali – Incompatibilità – Modifica del piano regolatore comunale – Sussistenza - Condizioni

 sede di Trento, sentenza n. 18 del 20 febbraio 2006: Responsabilità – Amministratore e dipendente di ente – Vice segretario comunale e responsabile finanziario – Tardiva rinegoziazione di mutuo – Colpa grave – Fattispecie – Sussistenza.

 sede di Trento sentenza n. 12 del 7 febbraio 2006: Responsabilità – Amministratori comunali - Debiti fuori bilancio – Nozione – Sussistenza – Condizioni. Responsabilità – Danno – Danno erariale - Debito fuori bilancio - Fattispecie - Determinazione.  Responsabilità – Colpa - Colpa grave – Fattispecie - Lavori pubblici – Sussistenza.

sentenza n. 106 del 13 dicembre 2005: Responsabilità – Amministratore e dipendente di ente - Comune - Colpa grave - Conferimento di incarico professionale (stesura piano regolatore generale)- Fattispecie - Sussistenza. Responsabilità - Segretario Comunale - Colpa grave - Parere favorevole in tema di conferimento di incarico professionale - Fattispecie - Sussistenz

sentenza n. 80 del 12 ottobre 2005: Responsabile del procedimento di riscossione dei tributi - Errata notifica dell’avviso di accertamento - Sussistenza.

sentenza n. 79 del 19 settembre 2005: i connotati propri del danno all’Erario possono essere rinvenuti anche nei casi di “disservizio” - derivante da “illecito esercizio di pubbliche funzioni”, oppure da “mancata resa del servizio” o da “mancata resa della prestazione dovuta” - causato dall’amministratore o dipendente pubblico ovvero da soggetto a quest’ultimo equiparabile con una condotta commissiva od omissiva gravemente colposa che ha prodotto effetti negativi nella gestione di un pubblico servizio, consistendo il “disservizio” nel mancato raggiungimento delle utilità previste nella misura e qualità ordinariamente traibili dalla quantità delle risorse investite e, perciò, in maggiori costi dovuti a spreco di risorse economiche o connessi alla mancata utilità traibile dalle somme spese, in ragione della disorganizzazione del servizio (nella specie, la Sezione ha ritenuto sussistente il “danno patrimoniale da disservizio” in ragione del pregiudizio che, per la condotta gravemente colposa tenuta dai convenuti (gestori di sportello telematico dell’A.C.I.), si è riverberato in termini di minore produttività dei fattori e delle risorse umane, economiche e finanziarie concretamente inserite nell’avviamento dell’apparato pubblico deputato all’espletamento del relativo servizio di “sportello”.

 sentenza n. 78 del 13 settembre 2005: Le operazioni di esercitazioni militari in tempo di pace richiedono la puntuale ed attenta osservanza di tutte le precauzioni (prescritte nella c.d. “libretta”) idonee ad evitare deleterie conseguenze a terzi; pertanto è da ammettere la responsabilità per colpa grave di coloro i quali, per il grado e la funzione rivestiti, non abbiano saputo prevedere la pericolosità di un luogo dove far installare una antenna/radio -  nella specie, a breve distanza da una linea di alta tensione - e neppure abbiano adottato tutte le necessarie precauzioni idonee ad evitare l’oscillazione della stessa in fase di smontaggio, anche per la errata manovra dei militari impegnati nell’operazione, dalle cui circostanze è derivata la folgorazione di un commilitone.

 

 sentenza n. 65 del 21 luglio 2005: Sussiste la responsabilità del direttore di una pubblica struttura (nella specie, “Museo d’arte moderna e contemporanea” di Trento e Rovereto”) il quale, in una trattativa privata (riguardante lavori di ordinamento, inventariazione, schedatura dei fondi, redazione di strumenti e assistenza per la ricerca) non abbia indicato tutti gli elementi suscettibili di interesse per l’amministrazione al fine di impedire che, da parte delle ditte concorrenti, potessero pervenire proposte economiche ed operative incomplete e, per ciò stesso, necessitanti di chiarimenti ulteriori: elementi che, per il fatto stesso di essere acquisiti ex post, hanno comportano, in ragione del provocato disallineamento temporale, sia la sostanziale alterazione del procedimento di concreta valutazione sia le conseguenti rivendicazioni, in sede giudiziale, da parte dei danneggiati;

 sentenza n. 57 del 20 giugno 2005: Sussiste la responsabilità amministrativa del dirigente di cancelleria penale per non aver esercitato in controllo esaustivo sulle fasi del procedimento esecutivo - connesse e conseguenti al sequestro delle autovetture date in custodia a terzi e sulle specifiche incombenze relative alla sollecitazione della emanazione dei decreti di demolizione - determinando un ingiustificato ritardo, tra la irrevocabilità dei decreti dell’A.G. e l’esecuzione dell’ordine di demolizione delle autovetture sottoposte a confisca, e la liquidazione di compensi illegittimi a causa del protrarsi della custodia (1); tale comportamento omissivo va considerato come improntato a colpa grave, giusta il disposto dell’art. 3, comma I, della citata legge 639 del 1996, a nulla rilevando la mancata irrogazione di una qualsiasi sanzione disciplinare da parte degli organi competenti.

 sentenza n. 58 del 23 giugno 2005: E’ da censurare il comportamento gravemente negligente, imperito ed imprudente di un primario ostetrico il quale, in presenza di una anomala situazione al momento del parto (arresto della progressione del feto in posizione occipito-iliaca destra posteriore), non abbia saputo tempestivamente fronteggiarla ponendo in essere - con la dovuta attenzione e diligenza professionale, secondo le comuni cognizioni della scienza medica - tutte le misure atte a prevenire l’evento dannoso sia attivandosi per provocarne meccanicamente la rotazione sia, soprattutto, allertando la sala operatoria per una potenziale soluzione chirurgica qualora il parto non fosse proseguito per le vie naturali

 

 

- Sede di Trento, 18 febbraio 2005, n.16: Giudizio di responsabilità – Rapporto col giudizio penale – Sentenza di assoluzione con rito abbreviato - Efficacia di giudicato - Esclusione - Validità - Limiti.

sent. n.111 del 27 dicembre 2004: Responsabilità – Danno da tangente causato da dipendente di Ente Pubblico Economico – Giurisdizione della Corte dei conti – Sussistenza. Responsabilità – Danno da tangente causato da dipendente di Ente Pubblico Economico – Occultamento doloso - Prescrizione - Esclusione. Giudizi innanzi alla Corte dei conti – Giudizio di responsabilità – Procuratore Regionale – Azione - Erronea indicazione dell’ente creditore del risarcimento - Irrilevanza. Responsabilità - Danno da Tangente - Danno patrimoniale – Matematica equazione – Insufficienza – Prova del danno - Necessità . Responsabilità - Danno da tangente - Prova - Potere sindacatorio della Corte dei conti – Dopo la modifica dell’art. 111 Cost. - Limiti .

- sent. n. 85 del 30 luglio 2004: Responsabilità – Segretario scolastico – Sottrazione di fondi dal bilancio scolastico ed appropriazione di danaro contante raccolto tra gli allievi – Dolo – Sussistenza. - Preside e Istituto cassiere – Mancato controllo e vigilanza -  Colpa Grave – Sussistenza.

 

Sez. Trento - sent.  n. 12 del 12 dicembre 2003:  Responsabilità – Funzionario delegato – Confisca da parte di Stato estero di somma contante affidata a funzionario delegato - Danno erariale – Sussistenza. Responsabilità – Funzionario delegato – Confisca da parte di Stato estero di somma contante affidata a funzionario delegato – Nesso di causalità tra il fatto dannoso ed i comportamenti che vi hanno dato luogo – Causa sopravvenuta determinante.

Sent. n. 94/2003 del 12 dicembre 2003 (data udienza): la competenza per territorio del giudice delle pensioni - per la specialità della normativa che attiene la materia - è insuscettibile del rinvio alle disposizioni del codice di rito che regolano la competenza territoriale; detta competenza ha natura inderogabile e può quindi procedersi d’ufficio, non oltre l’udienza di discussione della causa, alla declaratoria della incompetenza per territorio, qualora si accerti che - "all’atto della presentazione del ricorso o dell’istanza" - il ricorrente non risiedeva nell’ambito del distretto della Sezione giurisdizionale regionale adita

 

- sentenza  – Trento 4 aprile 2001: accertamento negativo di responsabilità-precedente archiviazione del P.M. contabile- accertamento parziale della responsabilità amministrativa -necessità. Giudizio di accertamento negativo di responsabilità- sospensione provvedimenti che intimino la rifusione degli emolumenti indebitamente corrisposti- condizioni di cui all’art. 700 c.p.c. -insussistenza-esclusione. Prescrizione del diritto alla ripetizione delle somme determinate a titolo di assegno integrativo -condizioni. giudizi di accertamento negativo di responsabilità-  gratuità - silenzio normativo-esclusione  Nota di Paolo Novelli, magistrato della Corte dei conti