Controllo e  Giurisdizione

Rivista Internet di contabilità pubblica

WB01345_.gif (616 byte) Utilizza il motore di ricerca WB01343_.gif (599 byte)         WB01345_.gif (616 byte) Forum (area di discussione)WB01343_.gif (599 byte)

WB01345_.gif (616 byte) Scrivi all'AssociazioneWB01343_.gif (599 byte)

bullet

RASSEGNA STAMPA E NOTIZIARIO ISTITUZIONALE:

bullet

WB01345_.gif (616 byte)  La rassegna stampa quotidiana a cura dell'Ufficio stampa della Corte dei conti (link al sito istituzionale www.corteconti.it )

bullet

WB01345_.gif (616 byte) Rassegna stampa Corte dei conti (rassegna quotidiana della stampa on line, automatizzata secondo criteri stabiliti dalla redazione del sito) A cura di PRESSToday (www.presstoday.com)    PERSONALIZZA LA TUA RASSEGNA STAMPA

bullet

smallnew.gif (153 byte) La newsletter della Corte dei conti (notiziario istituzionale a cura di www.corteconti.it)

bullet

ARCHIVIO

 

bullet

Notiziario associativo

bullet

smallnew.gif (153 byte)  ASSOCIAZIONE MAGISTRATI DELLA CORTE DEI CONTI - PREMIO COGEST- BANDO DI CONCORSO E REGOLAMENTO DEL PREMIO PER UNA TESI DI LAUREA NELLA MATERIA DEL CONTROLLO ESTERNO SULLA GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI - Scadenza 30.12.2012

bullet

Statuto

bullet

Attuale composizione degli organi associativi

bullet

Dati di bilancio dell'Associazione:WB01343_.gif (599 byte)

bullet

preventivo 2010

bullet

preventivo 2009

bullet

consuntivo 2009

bullet

consuntivo 2008

bullet

Verbali del Consiglio direttivo (sulla Intranet della Corte, link attivo solo per utenti interni connessi alla rete intranet)

bullet

Il Codice deontologico dei magistrati della Corte dei conti (approvato dal Consiglio direttivo dell'Associazione il 23 gennaio 2006)

bullet

ARCHIVIO

 

EVENTI ISTITUZIONALI (link al sito istituzionale)    

bullet smallnew.gif (153 byte)  IN EVIDENZA 
bullet smallnew.gif (153 byte)  Calendario regionale inaugurazioni anno giudiziario 2011  
bullet smallnew.gif (153 byte) Inaugurazione anno giudiziario 2011 - 22 febbraio 2011 - Corte dei conti - Aula Sezioni Riunite - TESTI DELLE RELAZIONI DEL PRESIDENTE E DEL PROCURATORE GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI
bullet    ARCHIVIO

 

EVENTI ASSOCIATIVI 
bullet

 I risultati delle elezioni  2007 degli organi sociali dell'Associazione: proclamazione degli eletti 

bullet

 la composizione della Giunta e le cariche associative 

WB01345_.gif (616 byte) I convegni, i corsi di formazione e le conversazioni di contabilità (link al sito istituzionale www.corteconti.it):

bullet  Convegni in materia di contabilità pubblica
bullet smallnew.gif (153 byte) CONVEGNO E TAVOLA ROTONDA “Corretto utilizzo delle risorse pubbliche: idoneità dei mezzi di tutela e necessità del loro potenziamento - Gubbio, 20-21 Aprile 2012
bullet   Atti del  Convegno "La Corte dei conti nell’età del federalismo" 28 aprile 2011, ore 16 - Libera Università Maria Ss Assunta Via Pompeo Magno, 22 - Roma (link a www.contabilita-pubblica.it )
bulletSeminari organizzati dal Consiglio di Presidenza  della Corte dei conti  nell'ambito dei corsi di formazione e aggiornamento professionale destinati ai magistrati della Corte dei conti
bullet ARCHIVIO (link alla corrispondente pagina del sito istituzionale) smallnew.gif (153 byte) (www.corteconti.it)
bullet"Evoluzione normativa e giurisprudenziale delle ipotesi di responsabilità sanzionatoria e di altre forme tipizzate di responsabilità introdotte dall’ordinamento e affidate alla cognizione del giudice contabile - Roma 1-2-3 aprile 2008 - Aula della Sezioni Riunite Corso di formazione e aggiornamento sul tema ATTI DISPONIBILI  
bulletCONVERSAZIONI DI CONTABILITA' ORGANIZZATE DALL'ASSOCIAZIONE MAGISTRATI DELLA CORTE DEI CONTI (Roma, Sede di viale Mazzini, aula, R14, ore 9,30):
bullet  I TESTI DELLE  CONVERSAZIONI DAL 2004 
bulletARCHIVIO

 

 

Aggiornate (4.3.2013) le pagine della Rivista "Controllo e Giurisdizione" contenenti:

        

 

La legislazione (selezione)  In evidenza (tramite www.parlamento.it o www.altalex.com):

 

Novità:

bullet smallnew.gif (153 byte) consulta le ultime novità legislative sul sito del  Parlamento  ( link diretto)
bullet smallnew.gif (153 byte) consulta i decreti legge in corso di conversione (link diretto)
bulletsmallnew.gif (153 byte) L'ultima Gazzetta Ufficiale - Serie Generale (link dinamico al sito istituzionale www.gazzettaufficiale.it, aggiornato ogni giorno)
bulletle gazzette ufficiali degli ultimi 60 giorni  su www.gazzettaufficiale.it

 

bullet WB01345_.gif (616 byte)  Raccolta aggiornata della normativa di riferimento della Corte dei conti (a cura di www.corteconti.it )WB01343_.gif (599 byte)

 

 

ARCHIVIO

bullet Decreto Legge 13 agosto 2011, n. 138, "Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo ", in G.U. n. 188 del 13 agosto 2011
bullet Decreto Legislativo 1 Agosto 141/2011, Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 in materia di ottimizzazione della produttivita' del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni, a norma dell'articolo 2, comma 3, della legge 4 marzo 2009, n. 15, G.U. n. 194 del 22 agosto 2011
bullet Legge 15 luglio 2011, n. 111, "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria " Testo del D-L 6 luglio 2011, n. 98, con aggiornamenti 
bullet Decreto Legislativo 18 Luglio 119/2011, Attuazione dell'articolo 23 della legge 4 novembre 2010, n. 183, recante delega al Governo per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi,  G.U. n. 173 del 27 luglio 201
bulletDecreto Legislativo 30 Giugno 123/2011, Riforma dei controlli di regolarita' amministrativa e contabile e potenziamento dell'attivita' di analisi e valutazione della spesa, a norma dell'articolo 49 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, G.U. n. 179 del 03 agosto 2011
bulletDecreto Legislativo 23 Giugno 118/2011, Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42, G.U. n. 172 del 26 luglio 2011
bulletDecreto Legislativo 31 Maggio 91/2011, Disposizioni recanti attuazione dell'articolo 2 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, in materia di adeguamento ed armonizzazione dei sistemi contabili, G.U. n. 145 del 24 giugno 2011
bulletDecreto Legislativo 6 Maggio 68/201, Disposizioni in materia di autonomia di entrata delle regioni a statuto ordinario e delle province, nonche' di determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario, G.U. n. 109 del 12 maggio 2011
bulletDecreto Legge 13 maggio 2011, n. 70, "Semestre Europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia"
bulletLegge 7 aprile 2011, n. 39, "Modifiche alla legge 31 dicembre 2009, n. 196, conseguenti alle nuove regole adottate dall'Unione europea in materia di coordinamento delle politiche economiche degli Stati membri"
bulletDecreto Legislativo 14 Marzo 23/2011, Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale, G.U. n. 67 del 23 marzo 2011
bulletLegge 22 febbraio 2011, n. 9, "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 29 dicembre 2010, n. 228 recante proroga degli interventi di cooperazione allo sviluppo e a sostegno dei processi di pace e di stabilizzazione, nonché delle missioni internazionali delle forze armate e di polizia"

 
bullet

Sezioni Riunite della Corte dei conti 26 gennaio 2010: “Regolamento per l’organizzazione ed il funzionamento degli uffici amministrativi e degli altri uffici con compiti strumentali e di supporto alle attribuzioni della Corte dei conti”

 

bulletPer la consultazione dell'ARCHIVIO: la legislazione.
Cerca una Norma

 

Osservatorio Parlamentare (da www.senato.it, www.camera.it  )

 

XVI Legislatura

- smallnew.gif (153 byte) Consiglio dei ministri del 10 marzo 2010: LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA: testo del ddl costituzionale altri testi  (link al sito del Governo)

- Atto Senato 2464: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2011)   Atto Camera 3778 approvato il 19.11.2010

- smallnew.gif (153 byte) Atto Senato 2465: Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2011 e per il triennio 2011-2013    Atto Camera  3779  approvato il 19.11.2010

  

- (XV LEG.) A.S. 702: Delega al Governo per la redazione del "Codice di procedura per i giudizi innanzi alla Corte dei Conti"

bulletMonitoraggio dei disegni di legge collegati alla legge finanziaria (link a governo.it)
bulletStato iter parlamentare provvedimenti di iniziativa governativa (link a governo.it)
bulletStato iter parlamentare di conversione dei decreti legge (link a governo.it)
bullet

Disegni e progetti di legge a partire dalla VIII legislatura (link al sito del Senato)

bullet

Archivio dei testi ed ulteriori notizie in Osservatorio Parlamentare

 

 GIURISPRUDENZA

la giurisprudenza della Corte dei conti. In evidenza:

 

bullet smallnew.gif (153 byte) Novità giurisprudenziali (link al sito www.corteconti.it) smallnew.gif (153 byte)
bulletsmallnew.gif (153 byte) BANCA DATI DELLA GIURISDIZIONE CONTABILE   (link al sito www.corteconti.it) smallnew.gif (153 byte)

 

SEZIONI RIUNITE
bullet   sent. n. 8/2010/QM del 13.10.2010 : il potere di remissione, previsto dall’art. 42, comma 2, secondo periodo, della l. n°69/2009, spetta alle sole sezioni di appello, in quanto espressivo della funzione nomofillattica di uniforme interpretazione della legge , con esclusione – com’è ovvio – del Presidente della Corte e del Procuratore Generale, ma anche degli organi giurisdizionali (collegiali o monocratici) di primo grado
bullet ordinanza delle Sezioni Riunite n. 1/2010 dell'8 aprile 2010 (Pres. Gustapane - Rel. Miele), con la quale le Sezioni Riunite hanno sollevato questione di legittimità costituzionale dell'art. 1, comma 7, del d.l. n. 453/1993 convertito in legge n. 19/1994, come integrato dall'art. 42, comma 42, della legge n. 69/2009, nella parte in cui prevede il potere del Presidente della Corte dei conti di deferire questioni di massima alle Sezioni Riunite
bulletSSRR 3/QM/2008 del 27.6.2008: In applicazione dell'art. 10 bis comma 10 del d.l. n. 203/2005 convertito nella legge n. 248/2005, non spetta al convenuto prosciolto per prescrizione dell'azione di responsabilità il rimborso da parte dell'amministrazione di appartenenza delle spese per onorari e diritti di difesa e non sussiste nemmeno, per conseguenza, l'obbligo del giudice contabile di liquidare le spese stesse
bulletArchivio

 

bullet  Sezioni giurisdizionali d'appello
bullet smallnew.gif (153 byte) sent. n. 516 del 14.11.2011, Sezione Giurisdizionale Prima d'appello: ai fini della sussistenza della responsabilità amministrativa il dolo contrattuale deve consistere nella volontà dell’evento dannoso, che si accompagni alla volontarietà della condotta antidoverosa
bullet Sentenza n. 92/2011 del 10 marzo 2011: a) Il potere del Giudice di ordinare l’integrazione del contraddittorio, pur compatibile con l’articolo 111 della Costituzione nella formulazione novellata, ha carattere eccezionale; b) La chiamata in giudizio iussu iudicis importa una alterazione dei meccanismi procedurali propri della vocatio ad iniziativa del Procuratore regionale, non dovendo neppure essere preceduta dalla cosiddetta fase istruttoria garantita dell’invito a dedurre; c) L’ordine di integrazione del Giudice deve indicare specificamente i soggetti da convenire , evidenziando le ragioni che rendono quanto meno funzionalmente opportuno il litisconsorzio; d) La chiamata iussu iudicis appartiene alla esclusiva competenza e responsabilità del Giudice che è tenuto a dare compiuta motivazione della propria decisione di immettere nel processo altri soggetti; e) Le valutazioni decisorie circa la convenibilità iussu iudicis non possono essere “delegate” o “rimesse” al Procuratore regionale, titolare di un  potere proprio a riguardo, pena una illegittima ed irrazionale sovrapposizione  delle posizioni processuali. Nel merito, il direttore generale di un Ministero deve, tra l'altro, interessarsi di quelle procedure che non possono non apparire ictu oculi “allarmate” , ovverosia urgenti per la loro particolarità e straordinarietà (tra le quali rientra a pieno titolo la tutela in giudizio)
bullet sentenza n. 673/2010 del 11 ottobre 2010 – Terza Sezione centrale di Appello In tema di responsabilità del Presidente, del Direttore generale e dei componenti della Commissione amministratrice dell’A.M.S.A. (Azienda Municipale Servizi Ambientali) per danno erariale derivante da un illecito esborso, deliberato successivamente all’aggiudicazione dei lavori, per attuare un’illegittima revisione dei prezzi
bullet Sentenza n. 566/2010 del 6 ottobre 2010 - Prima Sezione centrale di Appello
In tema di responsabilità di un dirigente, Responsabile di un Ufficio Imposte dirette, per danno erariale derivante dall’emissione di un avviso di accertamento a carico di una s.p.a. privo dell’o bbligatoria motivazione 
bullet  Sentenza n. 362/2010 del 20 settembre 2010 - Seconda Sezione centrale di Appello in tema di distinzione tra illeciti istantanei ad effetti permanenti ed illeciti permanenti ai fini della decorrenza della prescrizione
bulletARCHIVIO

  Sezioni giurisdizionali d'appello per la Regione Sicilia 

bullet  sent. n. 13 del 27 1.2010: non sussiste colpa grave nella nomina di due consulenti esterni per redigere un atto di costituzione in mora nel caso in cui sia necessario svolgere una complessa attività istruttoria (nella fattispecie, in materia di diritto pubblico e societario), per la quale non vi siano professionalità adeguate all’interno dell'ente
bullet  sent. n. 9 del 20.1.2010:  conferma sentenza di primo grado in materia di applicazione della sanzione ex art. 30, co. 15, della legge 289 del 2002

ARCHIVIO

 

SEZIONI GIURISDIZIONALI REGIONALI 

bulletSezione Abruzzo
bullet sent. n. 259 del 22 aprile 2010: in materia di contratti derivati,  afferma la giurisdizione della Corte dei conti sulla banca advisor dell'operazione 
bulletARCHIVIO

 

bulletSezione Basilicata
bullet smallnew.gif (153 byte) sentenza 10 marzo 2011 n. 65: Sussiste il pregiudizio erariale per l’indebita erogazione d’indennità economiche a quattro Consiglieri regionali, eletti al Senato e, di fatto, contitolari delle due cariche; tale pregiudizio corrisponde al totale delle indennità versate dalla Regione ai predetti quattro Consiglieri, in quanto non si può ammettere la corresponsione di alcun emolumento ai predetti una volta intervenuta la proclamazione della elezione degli stessi al Senato della Repubblica
bulletArchivio

 

bulletSezione Calabria
bulletArchivio

 

bulletSezione Campania
bullet smallnew.gif (153 byte)  sent. 16 marzo 2011, n. 359: la giurisdizione della Corte dei conti sull’azione risarcitoria pubblicistica tesa alla compensazione dei pregiudizi arrecati alla c.d. finanza pubblica allargata rinviene fondamento e protezione anche nel diritto dell’Unione europea (art. 117 Cost. e art. 126 -ex art. 104 TCE- Trattato sul funzionamento dell’Unione europea unitamente al Protocollo n. 12 sui disavanzi pubblici eccessivi; Regolamenti del Consiglio del 17 giugno 1997, n. 1446 e 1447, ss.mm.; Risoluzione del Consiglio 17 giugno 1997, n. 97/C – c.d. patto di stabilità e crescita comunitaria; Regolamento del Consiglio europeo del 25 giugno 1996, n. 2223/96 – c.d. sistema SEC 95 - sul conto economico consolidato delle Pubbliche amministrazioni) di guisa che la normativa interna in materia va interpretata in linea con gli obiettivi comunitari della finanza sana. Il diritto interno (ivi compreso quello derivante dal formate giurisprudenziale ovverosia i principi di diritto affermati in sentenze di Corti Supreme interne a natura vincolante) contrastante con i predetti obiettivi deve essere disapplicato. Sussiste la giurisdizione della Corte dei conti in tema di azione risarcitoria  proposta contro l’amministratore delegato ed il direttore di una società pubblica, atteso che l’Amministrazione che partecipa in una società riversa nella medesima le risorse dei cittadini, delle imprese e dei professionisti contribuenti, reali beneficiari del controllo magistratuale indipendente esercitato dal Giudice contabile, i quali hanno un interesse giuridicamente rilevante a che la gestione del denaro pubblico sia improntata a criteri di trasparenza, sanità, correttezza, economicità ed efficienza, specie alla luce del nuovi principi di tracciabilità dei tributi derivanti dal federalismo fiscale
bullet C. conti, sez. giur. Campania, sent. 21 dicembre 2010, n.2886.In tema di responsabilità per inefficiente, irregolare ed illegittima gestione del consorzio di bacino “Benevento 1”.
bullet  ord. 28 settembre 2010, n. 242: il diritto dell’Unione derivato (direttiva 5 aprile 2006, n. 12/2006/CE), nell’interpretazione fornita dalla Corte di giustizia, impone l’obbligo in capo agli Stati di implementare sistemi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, con recupero di quelli riciclabili, senza contemplare né autorizzare sistemi, quale quello nazionale, fondati su quote progressive di avvicinamento alla piena misura dei rifiuti prodotti sul territorio, di tal che, non può non ritenersi che almeno le quote percentuali fissate dal legislatore nazionale abbiano un valore immediatamente precettivo, sia a tutela dell’ambiente e della salute pubblica, sia a tutela dei cittadini contribuenti
bulletArchivio

 

bulletSezione Emilia Romagna  
bullet smallnew.gif (153 byte) Sentenza n. 1222/2010 del 7 luglio 2010 - Sezione giurisdizionale per l'Emilia Romagna in tema di responsabilità di amministratori locali per danno erariale derivante dall’erronea individuazione ed applicazione della normativa per il calcolo del compenso corrisposto
bullet ARCHIVIO

 

bulletSezione Friuli Venezia Giulia
bullet smallnew.gif (153 byte) Sentenza n. 173/2010 del 19 ottobre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia in tema di responsabilità di un dirigente amministrativo di un consorzio universitario per danno erariale del Ministero degli Affari Esteri, della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’Unione Europea per spese fittizie e attività mai svolte e falsamente attestate in sede di rendicontazione
bullet  ord. n. 9 del 25.1.2010: l’art. 17 co. 30-ter dell’art. 17, comma 30-ter, del D.L. 1 luglio 2009 n. 78, convertito in L. n. 102/2009 (nel testo risultante dalle disposizioni correttive con il D.L. n. 103/2009, convertito con la L. n. 141/2009), nel rendere ammissibile l’azione erariale solo in presenza di una soglia di offensività minima - individuata dal Legislatore nell’avvio di un’azione penale per fatti che abbiano cagionato un presumibile danno per l’erario -, non interferisce con le iniziative che le Amministrazioni danneggiate possono autonomamente assumere innanzi al Giudice Ordinario in presenza di condotte comunque lesive della propria immagine e reputazione.
bulletSentenza n. 98/2009 del 18 marzo 2009 - Sezione giurisdizionale per il Friuli Venezia Giulia In tema di responsabilità di amministratori locali per la costituzione di una società mista con finalità di riqualificazione urbana
bullet Archivio

 

bulletSezione Lazio
bullet   LATIUM (Selectae Iudicum Decisiones), Rassegna di giurisprudenza della Sezione giurisdizionale per la Regione Lazio, n. 1, Gennaio-Aprile 2010 (.PDF)

 
bullet smallnew.gif (153 byte) sent. n. 326 del 23 febbraio 2011: costituisce danno alle pubbliche finanze la sanzione addebitata alla RAI dall’Autorità per la Garanzia delle Comunicazioni (AGCOM) per la nomina di un direttore generale, già componente della medesima Autorità nel quadriennio precedente (per contrasto, dunque, con la disposizione di cui all’art. 2, comma 9 della legge 14.11.1995 n. 481), in quanto, in particolare, la perdita di esercizio (cui ha contribuito la sanzione in argomento) priva di rilevanti mezzi finanziari l’Azienda pubblica e le toglie competitività sul mercato, con possibili, ulteriori ricadute sulla possibilità di investimenti produttivi e necessità (eventuale) di ricorso a contribuzioni pubbliche
bullet smallnew.gif (153 byte) sent. n. 325 del 22 febbraio 2011: che, in materia di danno ad una società pubblica in house ed interamente partecipata dall'ente territoriale (Trambus spa, ora Atac spa) consistente nel pagamento di una sanzione ad essa applicata dall'Autorità Garante della concorrenza e del mercato (Antitrust) per la stipula di intese lesive della concorrenza nel mercato nazionale del trasporto pubblico locale (TPL), condanna, a titolo di colpa grave, gli amministratori ed i componenti del collegio sindacale (questi ultimi ex art. 2407 c.c.) al risarcimento pro quota del danno
bullet smallnew.gif (153 byte) sent. n. 283 del 17 febbraio 2011: il mancato inserimento dei beni e delle pertinenze del demanio marittimo nel Conto del patrimonio dello Stato, comportando il corrispondente mancato aumento del valore del patrimonio dello Stato e peggiorando in particolare il saldo del patrimonio netto (secondo i criteri del SEC 95), costituisce danno alle pubbliche finanze che non trova compensazione nel complesso dei relativi canoni concessori
bullet   Sentenza n. 2147/2010 del 10 novembre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio In tema di responsabilità di amministratori locali per danno erariale derivante dall’indebito pagamento del corrispettivo di buoni pasto non erogati al personale dipendente
bullet   Sentenza n. 1916/2010 dell’11 ottobre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Lazio  In tema di responsabilità di amministratori locali per danno erariale derivante dalla condanna dell'Amministrazione pubblica a risarcire il danno subito da un dipendente per illegittimo licenziamento
bullet   Archivio

 

bulletSezione Liguria
bulletARCHIVIO

 

bulletSezione Lombardia  
bullet  smallnew.gif (153 byte) Sentenza n. 627/2010 del 2 novembre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia in tema di responsabilità di un Commissario straordinario p.t. e del Responsabile del personale per danno erariale cagionato ad un Ente pubblico derivante da illecito conferimento di incarichi professionali all’esterno
bulletSentenza n. 452/2010 del 26 luglio 2010 - Sezione giurisdizionale per la Lombardia in tema di responsabilità di una funzionaria INPS per truffa al patrimonio dell’Ente perpetrata mediante costituzione fittizia di posizioni previdenziali
bulletArchivio  

 

bullet

Sezione Marche

bullet

smallnew.gif (153 byte) sentenza n. 163/2010 del 6 ottobre 2010 – Sezione giurisdizionale per le Marche In tema di responsabilità di un agente contabile e dei revisori dei conti di un ente locale per danno erariale derivante da “mala gestio”

bullet

Sentenza n. 235/09 del 6 agosto 2009: In tema di responsabilità di Amministratore e Segretario comunale per l'attribuzione ad un dipendente di incarichi di progettazione esterna

bullet

ARCHIVIO

 

bullet

Sezione Molise

 

bullet

Sezione Piemonte 

bullet

  ord. n. 27 del 19 aprile 2010: solleva la questione di legittimità costituzionale dell’art. 17, comma 30-ter, del decreto-legge 1 luglio 2009, n. 78 (convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, e contestualmente modificato dall’art. 1, comma 1, del decreto-legge 3 agosto 2009, n. 103, convertito a sua volta con modificazioni dalla legge 3 ottobre 2009, n. 141) nella parte in cui prevede che “le procure della Corte dei conti esercitano l'azione per il risarcimento del danno all'immagine nei soli casi e nei modi previsti dall'articolo 7 della legge 27 marzo 2001, n. 97” e, conseguentemente, che “a tale ultimo fine, il decorso del termine di prescrizione di cui al comma 2 dell'articolo 1 della legge 14 gennaio 1994, n. 20, e' sospeso fino alla conclusione del procedimento penale”, per contrasto con gli artt. 2 e 3 della Costituzione

bullet

Archivio

 

bullet

Sezione Puglia

bullet smallnew.gif (153 byte) Sentenza n. 615/2010 del 5 ottobre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Puglia In tema di responsabilità di un dirigente di un ente locale per danno erariale derivante dall’indebita liquidazione di compensi al personale dipendente in violazione del principio di onnicomprensività del trattamento economico dei dipendenti pubblici
bullet

Archivio

 

bullet

Sezione Sardegna

bullet smallnew.gif (153 byte) Sentenza n. 563/2010 del 5 ottobre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Sardegna In tema di  danno erariale della Regione Autonoma della Sardegna per indebita percezione di finanziamenti pubblici da parte di un privato, titolare di una ditta individuale, per la realizzazione di un impianto mai entrato in funzione

 

 

bullet

Sezione Sicilia (primo grado)      (vai alla Sezione giurisdizionale di appello per la Regione Siciliana)

bullet

smallnew.gif (153 byte) sentenza n. 31 marzo 2011 n. 1197: non essendo (più) prospettabile l’esistenza di un debito risarcitorio, siccome estintosi con la morte del responsabile del danno erariale, l’azione revocatoria già esercitata dal pubblico ministero contabile nei confronti del responsabile del danno, successivamente deceduto in pendenza del giudizio, è invano riassunta nei confronti degli eredi qualora non si dimostri la persistenza del debito, dal legislatore limitata ai casi “ di illecito arricchimento del dante causa e di conseguente indebito arricchimento degli eredi” (art. 1, comma 1, della L. 20/1994 s.m.i.). Ciò in quanto, poichè l’obbligazione che segue il riconoscimento della responsabilità amministrativa risente delle peculiarità che connotano la procedura apprestata per il suo accertamento, il decesso del responsabile è un fatto rilevante non solo se si verifica prima o durante il giudizio in cui si controverte in ordine alla responsabilità amministrativa ma anche quando è successivo rispetto alla maturazione di un giudicato di condanna.

ARCHIVIO

 

bullet

Sezione Toscana

 

bullet smallnew.gif (153 byte) sentenza n. 418 del 5 settembre 2012: Costituisce danno, poichè non legittimata da alcuna previsione normativa e vieppiù priva di utilità corrispettiva per la P.A., l’erogazione a un dipendente di un’azienda speciale di una Camera di commercio, giusta accordo transattivo stipulato in assenza di ogni situazione di conflitto anche solo potenziale tra le parti, di un incentivo all’esodo (con onere a carico della CCIAA) ad un dipendente di un’azienda speciale di una Camera di commercio che in occasione della sua soppressione e conseguente riassorbimento nella CCIAA, cessi olontariamente dal servizio. Di esso rispondono il Presidente e il Segretario Generale della CCIAA (e, rispettivamente, anche Presidente e Direttore dell’azienda speciale) che hanno curato e seguito l’intero iter procedurale dalla proposta alla formalizzazione ed esecuzione dell’accordo
bulletsentenza n. 580 del 27 dicembre 2011: Equitalia, come agente della riscossione, risponde del danno relativo alla prescrizione della sanzione pecuniaria penale (o, in sostituzione della stessa, della conguagliata pena detentiva) ove - sull’erroneo presupposto dell’applicabilità del regime prescrizione civile (e perciò della valenza interruttiva della notifica della cartella) - ometta di informare la cancelleria penale dell’insolvibilità del condannato onde consentire l’attivazione del procedimehnto di conversione della pena pecunciaria in pena detentiva ex artt.660 c.p.p. e 237-238 DPR 115/02; e vieppiù ometta di adempiere agli obblighi informativi prescritti, a pena di perdita del diritto al discarico, dalla disciplina generale della riscossione (v. ex art.19 D.Lgs. n.112/1999: comunicazione annuale dello stato della procedura e presentazione della comunicazione di inesigibilità), presentando al contrario una ultronea comunicazione di inesigibilità cd. iniziale ex art.19 co.2 lett. c) D.Lgs. n.112/1999 (che presupponendo che l'esecuzione sia fruttuosamente iniziata ma non sia ancora conclusa, vale di per sé ad escludere piuttosto che a evidenziare la sussistenza dei presupposti richiesti per la conversione della pena pecuniaria).
bullet   sentenza n. 90 del 18 marzo 2011: l’art. 17, comma 30 ter, va interpretato nel senso che non esclude la tutela del danno all’immagine della pubblica amministrazione derivante da reato comune; l’art. 7 della legge n. 97 del 2001 va interpretato nel senso che pone, quale condizione per l’esercizio dell’azione contabile per danno derivante da reato contro la pubblica amministrazione, la sussistenza di una sentenza penale irrevocabile di condanna
bullet   sentenza n. 481 del 16 dicembre 2010: l’inciso “violazione delle disposizioni di cui al presente comma”, contenuto nell’ultima parte dell’ art. 17, comma 30 ter, del decreto-legge 1º luglio 2009, n. 78, convertito nella legge 3 agosto 2009, n. 102 così come modificato 1 del decreto-legge 3 agosto 2009, n. 103, convertito nella legge 3 ottobre 2009, n. 141, può ritenersi riferito, come originariamente era, alla sola violazione della norma sui requisiti della notizia di danno e, cioè, può essere riduttivamente letto come “violazione delle disposizioni di cui alla prima parte del presente comma”.
bullet   Sentenza n. 393/2010 del 20 ottobre 2010 - Sezione giurisdizionale per la Toscana In tema di responsabilità di un dirigente scolastico per danno erariale e all’immagine della P.A. (Ministero dell’Istruzione) per “mala gestio”
bulletArchivio

 

bullet

Sezione Trentino Alto Adige

bullet

Sentenza n. 23/2010 dell’ 8 luglio 2010 – Sezione giurisdizionale Trentino Alto Adige - Trento In tema di responsabilità di amministratori e dipendente comunale, responsabile dell’Ufficio tecnico, per danno erariale derivante da spese per beni e servizi prive dell’impegno di spesa e della copertura finanziaria

bullet

Trento, Sentenza n. 35 del 27 maggio 2009: fattispecie relativa alla lesione del diritto di proprietà di un Comune su immobili (boschi e terreni comunali), in cui il  danno è causato dalla realizzazione di opere non decise dal comune e liquidato in relazione alle spese necessarie per il ripristino dello stato dei luoghi, nonché alle spese indebite (danno da spese per la realizzazione dell’opera abusiva e quindi inutile) o ai mancati introiti di somme (danno per mancata riscossione di contributi comunitari).

bullet

ARCHIVIO

 

bullet

Sezione Umbria

bullet

Archivio

 

bullet

Sezione Valle d'Aosta

bullet

Sentenza n. 11/2006 del 8 luglio 2006: va affermata la giurisdizione della Corte dei conti sulla controversia concernente la richiesta di refusione dell’indebito pensionistico avanzata dall’Inpdap - ai sensi dell’art. 8, co. 2, del d.P.R. 8 agosto 1986, n. 538 - nei confronti del Comune ritenuto responsabile dell’erronea liquidazione del trattamento provvisorio di quiescenza in favore di un ex dipendente (link a www.corteconti.it )

 

bulletSezione Veneto
bulletSentenza n. 725/2010 del 25 ottobre 2010 - Sezione giurisdizionale per il Veneto In tema di responsabilità di amministratori locali per duplice danno erariale derivante dall’omessa previsione, con conseguente mancato introito per le casse dell’Ente, di un canone e dall’accollo degli oneri per i consumi
bullet

Archivio

 

altre novità giurisprudenziali

bullet

Le novità giurisprudenziali sul sito istituzionale (link alla relativa pagina del sito www.corteconti.it)

bullet

LA BANCA DATI DELLE SENTENZE (RESPONSABILITA' E PENSIONISTICA) (LINK DIRETTO ALLA RELATIVA PAGINA DEL SITO WWW.CORTECONTI.IT)

bullet

NOVITA' GIURISPRUDENZIALI: LINK AL SITO DELLA RIVISTA DELLA CORTE DEI CONTI (www.rivistacorteconti.it )

 

I CONTROLLI

bullet  LINK ALLE PAGINE DEL SITO ISTITUZIONALE IN MATERIA DI CONTROLLI (www.corteconti.it)

 

bullet RELAZIONI AL PARLAMENTO
bulletHome page istituzionale dell'area Controllo
bulletUltimi documenti pubblicati (sul sito istituzionale)
bulletBanca dati del controllo

 

bulletSezioni riunite in sede di controllo
bulletSezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato
bulletSezione del controllo sugli enti
bulletSezione delle Autonomie
bulletSezione di controllo per gli affari comunitari e internazionali
bulletSezioni regionali di controllo

 

smallnew.gif (153 byte) Sezione delle Autonomie-Coordinamento: rassegna dell'attività consultiva delle Sezioni regionali di controllo anno 2009 Link al testo integrale della pubblicazione

smallnew.gif (153 byte) 30 settembre 2010 - Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato - Relazione allegata alla Delibera n. 22/2010/G Referto sulla gestione delle opere segretate ai sensi dell’art.33, comma 3, della legge n. 109/1994 e successive modificazioni.

smallnew.gif (153 byte) 14 ottobre 2010 - Sezione regionale di controllo per la Campania - Delibera n. 155/2010/SRCCAM e Relazione La gestione dell'emergenza rifiuti in Campania

 

7 luglio 2010 - Sezione delle Autonomie - Delibera n. 15/2010/AUT/INPR

Linee guida e criteri cui devono attenersi, ai sensi dell'art.1, co.167, della legge 23/12/2005 n. 266 (legge finanziaria 2006) gli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali nella predisposizione della relazione sul rendiconto dell'esercizio 2009 e questionari allegati

 

SEZIONE DELLE AUTONOMIE (link a www.corteconti.it )

 
bullet smallnew.gif (153 byte) 30 giugno 2010 - Sezione delle Autonomie – Delibera n. 14/2010 e Relazione    Indagine sul fenomeno delle partecipazioni in società ed altri organismi da parte di comuni e province
bulletSezione delle Autonomie

 

ATTIVITA' CONSULTIVA DELLE SEZIONI REGIONALI DI CONTROLLO

smallnew.gif (153 byte) Sezione delle Autonomie-Coordinamento: rassegna dell'attività consultiva delle Sezioni regionali di controllo anno 2009 Link al testo integrale della pubblicazione

23 febbraio 2010 - Sezione delle autonomie - Rassegna dell'attività consultiva delle Sezioni regionali di controllo - Anno 2009 - I semestre

 

smallnew.gif (153 byte) Focus su I Principi Contabili Internazionali (a cura della redazione del sito)
bulletPagina riepilogativa sul sito dell'Unione Europea
bulletRegolamento n. 1606/2002/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 luglio 2002, relativo all'applicazione di principi contabili internazionali
bullet Il testo in italiano dei Principi contabili internazionali (IAS) (link a www.paolomalagoli.com )
bulletIl sito dell'International Accounting Standards Board (IASB)
bulletIl sito dell'IPSAS (International Public Sector Accounting Standards)
bulletGli standard IPSAS versione (inglese)
bullet2007 Handbook of International Public Sector Accounting Pronouncements (online version), The 2007 handbook includes all pronouncements issued by the International Public Sector Accounting Standards Board as of December 31, 2006, as well as the IFAC Code of Ethics for Professional Accountants (link  www.ifac.org )
bullet il sito del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti: i principi contabili (ed. Giuffrè) (link a www.cndc.it)
bullet focus sugli enti pubblici a cura del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti
bulletOsservatorio sulla finanza e la contabilità degli enti locali (link al sito istituzionale su www.interno.it)
bullet I principi contabili approvati dall'Osservatorio (pdf)
bulletla pagina degli studi e delle relazioni dell'Osservatorio
 
bulletContEco: Sito della Ragioneria generale dedicato alla contabilità economica (contabilità analitica per centri di costo): 
bulletil sistema di contabilità economica pubblica
bulletnovità
bulletnormativa
bulletcircolari
bulletcorso on line (previa registrazione)

 

Sezioni di controllo (archivio)

 

CORTE COSTITUZIONALE (link a www.cortecostituzionale.it, www.altalex.com e a www.giurcost.it )

bulletsmallnew.gif (153 byte) Sent. n.93 del 21.3.2011: dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 44, comma 1, del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248 (Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria), convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2008, n. 31, sollevata, in riferimento agli articoli 3, 77, 97, 101, secondo comma, 103 e 108 della Costituzione, dalla Corte dei conti –sezione giurisdizionale per la Regione Lazio
bulletsmallnew.gif (153 byte) sentenza n. 30 del 24 gennaio 2011: dichiara in parte inammissibili e in parte non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’articolo 1, comma 7, terzo periodo, del decreto-legge 15 novembre 1993, n. 453 (Disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei conti), convertito, con modificazioni, nella legge 14 gennaio 1994, n. 19, come integrato dall’articolo 42, comma 2, della legge 18 giugno 2009, n. 69 (Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile) – nella parte in cui attribuisce al Presidente della Corte dei conti il potere di deferimento di questioni di massima in relazione a giudizi pendenti innanzi a sezioni giurisdizionali di primo grado. Nella sentenza, inoltre, si afferma: 1) la novella del 2009 è in linea con quanto previsto dall’art. 374 cpc (per la Cassazione) e dall’art. 99 del d lgs 104/2010 (per il Consiglio di Stato) 2) il principio della precostituzione del giudice naturale deve essere inteso secondo principi affermati in passato (decisioni n. 88/1962, n. 452/1997, n. 237/2007). 3) nell’esercitare il potere di deferimento il Presidente non effettua alcun “prelievo” di un giudizio pendente innanzi una Sezione giurisdizionale. 4) il Presidente non è una parte del processo, ma ha la qualità di “giudice terzo ed imparziale”. 5) le Sezioni Riunite non sono caratterizzate da una particolare differenziazione ordinamentale, ma rappresentano un’articolazione interna del plesso giurisdizionale centrale della magistratura contabile
bullet smallnew.gif (153 byte) sent. n. 16 del 13 gennaio 2011: dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 11, comma 8, della legge 4 marzo 2009, n. 15 (Delega al Governo finalizzata all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e alla efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni nonché disposizioni integrative delle funzioni attribuite al Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro e alla Corte dei conti), in materia di composizione del Consiglio di Presidenza della Corte dei conti, sollevata, in riferimento agli artt. 3, 100, 103, 104 e 108, secondo comma, della Costituzione, dal Tribunale amministrativo regionale del Lazio
bullet sent. n. 355 del 1.12.2010: Non fondatezza-inammissibilità. Responsabilità amministrativa e contabile - Esercizio dell'azione per danno all'immagine da parte della Procura della Corte dei conti limitato ai casi e modi previsti dall'art. 7 della legge n. 97/2001 (rilevanza penale dell'illecito amministrativo) - Prevista sospensione del termine di prescrizione fino alla conclusione del procedimento penale - Prevista nullità di qualunque atto istruttorio o processuale posto in essere, in violazione delle predette disposizioni, subordinata all'azione di chiunque vi abbia interesse. Nota di Piergiorgio della Ventura, magistrato della Corte dei conti 
bulletsmallnew.gif (153 byte)  sentenza 12.11.2010 n° 324: non sono fondate le questioni di legittimità costituzionale, sollevate in riferimento agli artt. 117, secondo e terzo comma, e 119 della Costituzione - dell’art. 40, comma 1, lettera f), del d.lgs. 27 ottobre 2009, n. 150, il quale prevede l’applicabilità della disciplina dettata dall’art. 19, commi 6 e 6-bis, del d.lgs. n. 165 del 2001(TUPI) in tema di incarichi dirigenziali conferiti a soggetti esterni all’amministrazione - nella parte in cui si applica anche alle amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del d.lgs. n. 165 del 2001 e, dunque, anche alle Regioni e agli enti locali
bullet sentenza 28 ottobre 2010, n. 304: che, in materia di spoil system e decadenza automatica degli incarichi di diretta collaborazione con il Ministro, dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 1, comma 24-bis, del decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181 (Disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri), convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, sollevata, in riferimento agli articoli 97 e 98 della Costituzione
bulletQuestioni pendenti (a cura di www.cortecostituzionale.it)
bulletRuolo delle udienze e delle camere di consiglio (a cura di www.cortecostituzionale.it)
bulletARCHIVIO

 

CORTE DI CASSAZIONE: (da www.cortedicassazione.it  o www.altalex.com )

 
bullet smallnew.gif (153 byte) SS.UU. n. 3811 del 16 febbraio 2011: in materia di beni pubblici, la titolarità dello Stato (come Stato-collettività, vale a dire come ente espositivo degli interessi di tutti) non è fine a se stessa e non rileva solo sul piano proprietario, ma comporta per lo stesso gli oneri di una governance che renda effettive le varie forme di godimento e di uso pubblico del bene, ponendosi in tal modo quale strumento finalizzato alla realizzazione di valori costituzionali
bullet smallnew.gif (153 byte) sez. III, sentenza 17.02.2011 n° 3847: conferma la condanna per il risarcimento dei danni in solido con la casa di cura impartita  nei confronti di un medico che non aveva sufficientemente informato la propria paziente da eventuali rischi derivanti dai limiti della organizzazione della clinica privata, nella ipotesi in cui la situazione fosse divenuta pericolosa per il parto
bullet sez. VI, sentenza 25.11.2010 n° 41709: il dipendente pubblico che utilizza un cellulare aziendale o una connessione internet mentre è in ufficio, per scopi privati, non può essere penalmente perseguibile per il delitto di peculato  se i costi siano contenuti
bullet  Sez. I, sentenza 03.06.2010 n° 13469: nel caso di contratto con una pubblica amministrazione in cui il pagamento del compenso per l'opera professionale pattuita sia subordinato alla circostanza che essa ottenga un finanziamento dell'opera progettata da parte di un soggetto terzo, il creditore della prestazione deve unicamente provare il contratto, mentre sarà l'amministrazione debitrice "sub condicione" del compenso a dovere dimostrare, in relazione ai suoi doveri nascenti dall'art. 1358 c.c., riguardo al comportamento che doveva tenere al fine del finanziamento, che il proprio comportamento fu conforme a detti doveri
 
bullet smallnew.gif (153 byte) Novità della Corte di Cassazione smallnew.gif (153 byte)
bullet Novità dalle Sezioni Unite
bullet"Relazione sull'amministrazione della Giustizia nell'anno 2007"
del Primo Presidente della Corte di Cassazione Vincenzo Carbone
 
bulletCALENDARIO UDIENZE E QUESTIONI PENDENTI (accesso riservato)
bulletARCHIVIO

 

CONSIGLIO DI STATO (link a www.giustizia-amministrativa.it o a www.altalex.it )

bullet smallnew.gif (153 byte) sez. V, decisione 15.10.2010 n° 7533: le società miste, cosiddette aperte, costituite per finalità specifiche ma indifferenziate, non possono essere affidatarie dirette in quanto non soddisfano le condizioni a cui è ancorata la deroga al principio generale della gara
bulletARCHIVIO

smallnew.gif (153 byte) STUDI E CONTRIBUTI E ADUNANZE PLENARIE DAL 1994 AD OGGI (TESTI INTEGRALI) (LINK AL SITO WWW.GIUSTIZIA-AMMINISTRATIVA.IT ):

            WB01345_.gif (616 byte) Studi e contributi WB01343_.gif (599 byte)                                     WB01345_.gif (616 byte) Le adunanze plenarie dal 1994  WB01343_.gif (599 byte)   

(pubblicati sul sito della Giustizia amministrativa)                                                               (Testi integrali)

ll sito istituzionale della Giustizia amministrativa (Consiglio di Stato e Tar)

 

 

bulletALTRI ORGANI GIURISDIZIONALI NAZIONALI
bullet smallnew.gif (153 byte) TAR Lazio, sez. I^, ordinanza del 22 marzo 2010: deve essere rimessa alla Corte costituzionale la q.d.c. dell’art. 11, comma 8 della l. n. 15/2009, per contrasto con gli  artt. 100, 103 e 108, comma 2, in relazione agli artt. 3 e 104 Cost., nella parte in cui prevede che la componente consiliare eletta dai magistrati  contabili sia numericamente uguale a quella rappresentativa del Parlamento e  non sia garantita  la presenza maggioritaria dei rappresentati dei magistrati della Corte dei Conti in seno all’organo di autogoverno, quanto meno mediante la previsione di un rappresentante in più rispetto al numero dei rappresentanti del Parlamento. Il collegio non può non dubitare della legittimità costituzionale di una scelta legislativa che proponga per la magistratura contabile un modello del tutto incompatibile con il principio, che si ricava dall’art. 104 Cost., e che per le ragioni sopra esposte va applicato anche alle magistrature speciali, della necessaria presenza quantomeno maggioritaria della componente consiliare eletta dai magistrati rispetto alla componente laica designata dal Parlamento. Non pare inoltre infondata la questione di costituzionalità della norma in esame per contrasto con l’art. 3 Cost.,  poiché introduce una irragionevole disparità di trattamento a discapito  della magistratura contabile rispetto a tutte le altre magistrature, così introducendo un vulnus della sua indipendenza

 

bullet

ARCHIVIO

 

 

ALTRE AUTORITA'

bullet

smallnew.gif (153 byte) Commissione per la Valutazione, la Trasparenza e l’Integrità delle amministrazioni pubbliche: delibera 28 ottobre 2010, n. 112 "Struttura e modalità di redazione del Piano della performance" (articolo 10, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150)

bullet

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti: Schema di regolamento di esecuzione e attuazione del Decreto Legislativo 12 Aprile 2006, n. 163, recante “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle Direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” inviato per il parere al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici in data 5 novembre 2008. in attesa di pubblicazione sulla GU (link al sito istituzionale)

Ministro per le Riforme e le Innovazioni (link al sito istituzionale)

bulletCircolare Ministero Funzione pubblica 11.11.2009 La circolare Brunetta sulla reperibilità degli impiegati
bullet  DIRETTIVA N. 2/2009: Oggetto: Utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro.
bullet

Circolare n. 6 del 2008: Ulteriori problematiche emerse in sede applicativa della normativa in materia di emolumenti a carico di pubbliche amministrazioni, società pubbliche partecipate e loro controllate e collegate contenuta nei commi 43 ss. dell’art. 3 della legge n. 244 del 2007 (legge finanziaria 2008)

bullet

Circolare n. 5/08 in tema di indirizzo in merito all'interpretazione della norma sulla stabilizzazione

bullet

Circolare n. 4/08 in tema di linee guida ed indirizzi in materia di mobilità

bullet

Circolare n. 3 del 2008 contenente "Linee di indirizzo in merito alla stipula di contratti di lavoro subordinato a tempo determinato nelle pubbliche amministrazioni in attuazione delle modifiche apportate all’art. 36 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 dall’articolo 3, comma 79, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria 2008)

bullet

Circolare n. 1/08 del 24 gennaio 2008 sugli emolumenti a carico di pubbliche amministrazioni , prevista dall' art. 3, commi da 43 a 53, della Legge finanziaria 2008, in materia di emolumenti a carico di pubbliche amministrazioni, società pubbliche partecipate e loro controllate e collegate (link a www.governo.it)

bullet

Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture: determinazione n. 8 del 11/10/2007 - rif. n.d. “Diritto di prelazione nelle procedure di Project Financing e disciplina transitoria applicabile a seguito del D.Lgs. 31 luglio 2007 n. 113 ”

 

Documentazione comunitaria  

bullet smallnew.gif (153 byte) OSSERVATORIO COMUNITARIO (a cura del sito www.corteconti.it)
bullet Trattato di Lisbona, firmato il 13 dicembre 2007 dai rappresentanti dei 27 paesi dell'Unione europea
bulletLa Costituzione europea (link a www.governo.it)
bulletIl testo consolidato provvisorio (file PDF)
bulletIl dossier del Governo

 

bullet smallnew.gif (153 byte) COSTITUZIONE FRANCESE DEL 4 OTTOBRE 1958, AGGIORNATA AL 2008 (.PDF)

 

gli articoli e note  In evidenza:

bullet WB01345_.gif (616 byte) Bollettini della Stampa periodica e delle nuove accessioni (cataloghi on line di riviste e monografie giuridiche), a cura della Biblioteca "A. de Stefano" della Corte dei conti  smallnew.gif (153 byte)

 

bullet smallnew.gif (153 byte) Il dolo contrattuale o civilistico: applicazione nei giudizi di responsabilità amministrativa secondo la più recente giurisprudenza della Corte dei conti, di Antonio Vetro, Presidente on. della Corte dei conti
bullet Un contributo, forse, al chiarimento del danno all’immagine della P.A., ovvero una riflessione a margine della sentenza n°355/2010 della Corte Costituzionale, di Fulvio Longavita , magistrato della Corte dei conti
bulletFRANCIA: Il Conseil e la separazione dei poteri à la française di Francesco Duranti (Assegnista di ricerca in Diritto pubblico comparato – Facoltà di Giurisprudenza - Università di Perugia (.PDF) link alla costituzione francese
bulletSono costituzionalmente legittime le norme del c.d. “Lodo Bernardo” sul danno all’immagine: Corte Costituzionale, sentenza n. 355/2010. Nota di Piergiorgio della Ventura, magistrato della Corte dei conti 
bulletSocieta' miste: natura giuridica alla luce dei recenti interventi normativi e del regolamento per la gestione dei servizi pubblici locali a rilevanza economica, di Ferruccio Capalbo, Magistrato della Corte dei Conti
bullet Governance e sistemi di controllo interno nelle amministrazioni pubbliche dopo il d.l.vo n. 150/09, di Aldo Carosi, magistrato della Corte dei conti
bullet   L’incidenza del danno, quale criterio di collegamento per la giurisdizione sulle Società per azioni partecipate da Ente pubblico, di Sergio Auriemma, magistrato della Corte dei conti
bullet   Decreto legislativo 150/2009 e responsabilità amministrativo contabile, di Paolo Luigi Rebecchi, magistrato della Corte dei conti
bullet   “La nomofilachia nelle SS. RR. della Corte dei Conti in sede giurisdizionale”**di Fulvio Maria Longavita, magistrato della Corte dei conti
bullet La riforma della procedura civile (legge n. 69 del 2009) e il giudizio davanti alla Corte dei conti, di Stefano Imperiali, magistrato della Corte dei conti
bullet I limiti esterni alla giurisdizione della corte dei conti e società partecipate: una brusca battuta di arresto, di Ferruccio Capalbo, magistrato della Corte dei conti  nota a  Corte di cassazione, SS.UU. civili sent. n. 26806 del 19 dicembre 2009 (.PDF):
bullet   Prime note in tema di nullità degli atti istruttori e processuali ex art.17 co.30-ter decreto-legge n.78 del 2009, con particolare riferimento alla mancanza di specifica e concreta notizia di danno, di Nicola Bontempo, magistrato della Corte dei conti
bullet   Produzione di nuovi documenti in appello e potere sindacatorio nel giudizio di responsabilità amministrativo contabile, di  Paolo Luigi Rebecchi, magistrato della Corte dei conti
bullet   Dall’obbligazione plain vanilla all’obbligazione strutturata, di Ferdinando Bruno ed Emiliano La Sala (link a www.altalex.com )
bullet Accertamenti erariali ed emersione di fatti di rilievo penale: quid juris? di Nicola Bontempo, magistrato della Corte dei conti
bullet Derivati e Comuni: l’allarme della Consob e della Corte dei Conti. di Giorgio Mantovano (link a www.altalex.com )
bullet Il mobbing nella p.a. e le sue ripercussioni nella finanza pubblica. di Davide Prinari (link a www.altalex.com )
bullet  “Il ruolo suppletivo della responsabilità amministrativa”, intervento del Procuratore Regionale della Corte dei Conti per la Regione Umbria, Agostino Chiappiniello, Assisi, convegno del 28-29 maggio 2009, sui “Controlli Amministrativi- bilancio di una riforma”,
bullet  Danno derivante dalla cattiva gestione delle società a partecipazione pubblica (ovvero per una società pubblica “sincera”), di Massimiliano Minerva, magistrato della Corte dei conti
bullet  La selezione dei fattori condizionanti l'evento nel giudizio di causalità: un problema sempre aperto, di Mauro Leo Tenaglia
bullet  Recenti fattispecie tipizzate di responsabilità amministrativa Incremento delle tutele o “trappola della tipicità”? di Paolo Luigi Rebecchi, magistrato della Corte dei conti
bullet Relazione al Convegno del 17 e 18 ottobre di Spoleto sullo “Statuto del provvedimento Amministrativo”, di Agostino Chiappiniello,magistrato della Corte dei conti
bullet  Il danno ambientale. Il principio della precauzione e dell’azione preventiva e le misure di riparazione in materia di responsabilità ambientale, di Antonino Corsaro Consigliere del Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana (link a www.giustizia-amministrativa.it )
bullet   Compensazione delle spese legali o di patrocinio nei giudizi di responsabilità amministrativa: possibilità od esclusione, di Massimo Perin magistrato della Corte dei conti
bullet  La giurisdizione di nullità della Corte dei conti sui provvedimenti e sui contratti che violano l’art. 30, comma 15, L. 27 dicembre 2002, n. 289: per gli enti territoriali un possibile exit device per liberarsi dalla morsa dei derivati finanziari, di Marco Smiroldo, magistrato della Corte dei conti (link a www.lexitalia.it)

GLI ALTRI ARTICOLI :  ARCHIVIO

 

bulletLe recensioni
bullet smallnew.gif (153 byte) Renato Martuscelli, La lottizzazione abusiva, Giuffrè, 2012
bullet   Francaviglia-Tamassia (Angelini), Le responsabilità finanziarie e contabili negli enti locali, EDK, 2010
bullet Michele Oricchio, Il contenzioso previdenziale, CEDAM, 2010

ARCHIVIO RECENSIONI

DOCUMENTAZIONE

- ll concorso a referendario della Corte dei conti (tracce delle prove d'esame più recenti aggiornato al gennaio 2002)

 

Principali siti di interesse:

bulletLa Corte dei conti (sito istituzionale)
bulletIl Consiglio di Presidenza della Corte dei conti  (link al sito istituzionale)
bulletregolamento interno
bulletla normativa di riferimento (in formato winzip)
bulleti criteri
 
bulletLa Rivista della Corte dei conti
  La biblioteca della Corte dei conti
bullet Bollettini delle Pubblicazioni di Fonte Amministrativa Consultazione on-line
bulletBollettini delle Nuove Accessioni Consultazione on-line
bullet Bollettini della Stampa Periodica Consultazione on-line
bullet   LE BANCHE DATI DEL CED DELLA CORTE DI CASSAZIONE (ACCESSO VIA WEB)
bullet smallnew.gif (153 byte) Il sito della Responsabilità amministrativa
bulletll sito dell'Associazione Nazionale Magistrati (ANM)
bulletll sito di Giustizia amministrativa, rivista internet di diritto pubblico (www.giust.it)
bulletLa Corte dei conti in Sicilia (link)
bulletll sito istituzionale della Giustizia amministrativa (Consiglio di Stato e Tar)
bulletPortale delle Regioni e sito della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle province autonome (link a www.regioni.it)
bulletBanca dati delle Leggi Regionali
bulletBANCA DATI DELLA NORMATIVA TRIBUTARIA) DEL MINISTERO DELLE FINANZE (sito istituzionale)
bulletPortale Nazionale del cittadino (www.italia.gov.it)
bulletI servizi on line
bullet

Le amministrazioni pubbliche

bulletBanca Dati Normativa SUMMA-LEX: provvedimenti normativi, primari e secondari, emanati dal 1865 ad oggi, in materia di Contabilità Pubblica e organizzazione delle Amministrazioni Pubbliche (sito istituzionale del Ministero dell'Economia e delle Finanze)
bullet Banca dati delle delibere del C.I.P.E. (Comitato Interministeriale per la Programmazione economica) (sito istituzionale C.I.PE.)
bullet

smallnew.gif (153 byte)  Consultazione rendite Catastali (attraverso questo servizio è possibile accedere alla banca dati catastale nazionale "SISTER" e conoscere: la rendita e le altre informazioni relative agli immobili censiti al catasto fabbricati; i redditi dominicale e agrario oltre che gli altri dati riguardanti i beni presenti al catasto terreni)

Altri siti di interesse

  

 

 

Questo sito è ottimizzato per una impostazione video 800x600